Ultima modifica: 20 Marzo 2019
Istituto di Istruzione Superiore Forlimpopoli > PTOF IPSSEOA – LA PROGETTAZIONE EDUCATIVA E DIDATTICA E IL POTENZIAMENTO DELL’OFFERTA FORMATIVA

PTOF IPSSEOA – LA PROGETTAZIONE EDUCATIVA E DIDATTICA E IL POTENZIAMENTO DELL’OFFERTA FORMATIVA

IL PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA’

All’atto dell’iscrizione scuola, genitori e studenti stipulano un contratto che richiama ogni parte alla corresponsabilità per favorire la crescita civile, culturale e professionale degli allievi. La scuola diviene così palestra di cittadinanza, luogo dove i ragazzi sperimentano i vari modi di relazionarsi con gli altri, apprendono il valore della responsabilità e dell’impegno, accrescono il loro sapere disciplinare ed esperienziale.

 

La scuola si impegna a:

  • garantire sicurezza dell’ambiente e riservatezza su dati e informazioni sulla vita scolastica ed extrascolastica dei ragazzi

  • offrire una didattica efficace a perseguire finalità, conoscenze, abilità e competenze stabilite dalla programmazione annuale

  • informare studenti e famiglie sulle regole della vita scolastica, iniziative, attività didattiche

  • comunicare ai genitori l’attività svolta, i processi e gli esiti raggiunti dall’alunno ed, eventualmente, attuare attività per il recupero delle carenze

Lo studente si impegna a:

  • frequentare le lezioni regolarmente

  • collaborare positivamente al dialogo educativo

  • conoscere le regole condivise espresse nel Regolamento di Istituto

  • rispettare il personale della scuola, i compagni e gli ambienti

Il genitore si impegna a:

  • informare tempestivamente la scuola su eventuali problemi di frequenza, salute e mancanza di motivazione allo studio

  • interessarsi con continuità dell’andamento scolastico del proprio figlio

  • mantenere contatti con i docenti della classe utilizzando le ore di ricevimento

  • partecipare alla vita della scuola tramite gli incontri collegiali o i propri rappresentanti.

ACCOGLIENZA

Costituisce un momento didattico – formativo di rilievo, in quanto:

  • opera sulle difficoltà emergenti durante la fase d’inserimento degli allievi nel nuovo contesto sociale e organizzativo

  • costituisce un momento propedeutico alla definizione del programma di lavoro, che terrà conto del profilo della classe delineato dal consiglio di inizio anno e dei risultati delle attività di ingresso

  • guida gli allievi a capire e ad affrontare i nuovi compiti.

Finalità
  • Favorire l’inserimento degli alunni nel nuovo contesto e nel gruppo classe

  • Offrire elementi di conoscenza della nuova realtà scolastica, anche attraverso incontri con alunni delle classi terze e quinte: obiettivi della istruzione professionale, contenuti del progetto formativo, requisiti, strutture di laboratorio, orari, regole, norme di comportamento, risorse della scuola

  • Stimolare iniziative sul piano delle dinamiche relazionali, finalizzate alla conoscenza della classe e all’inserimento degli alunni diversamente abili o in condizioni di difficoltà

  • Illustrare il piano di studi, il lavoro del biennio ed in particolare quello immediato della classe prima (contenuti, modalità di condotta scolastica nel dialogo educativo, verifiche, criteri di valutazione, ecc.)

  • Acquisire dati utili alla conoscenza delle esperienze scolastiche degli allievi

  • Ottenere indicazioni necessarie a mettere a punto un metodo di lavoro adeguato ai bisogni della classe.

REGOLAMENTO DI ISTITUTO

Lo Statuto delle Studentesse e degli Studenti (previsto dal D.P.R. 249/1998 così come modificato ed integrato dal D.P.R. 235/07) prevede che tutti gli istituti redigano il proprio Regolamento.

Tale documento stabilisce le regole che garantiscono il rispetto dei diritti e dei doveri da parte di tutte le componenti scolastiche.

La richiesta del rispetto del Regolamento d’Istituto stimola nell’alunno quell’autocontrollo ed educazione necessari per tutta la vita.

Il regolamento è pubblicato sul sito della scuola.

 

OBIETTIVI FORMATIVI PRIORITARI

OBIETTIVO ATTIVITA’ E PROGETTI
EDUCAZIONE alla legalità e alla cittadinanza attiva

Gli insegnamenti di storia e diritto concorrono, attraverso i percorsi di “Cittadinanza e Costituzione” a promuovere negli studenti la conoscenza delle regole del vivere civile e la partecipazione democratica.

Vengono proposti incontri con esperti esterni (medici AVIS, rappresentanti dell’Arma dei Carabinieri, associazioni di volontariato) per promuovere comportamenti solidali e socialmente responsabili, improntati al rispetto dell’altro.

VIAGGI ATTRAVERSO L’EUROPA:

 

Il progetto “Viaggi attraverso l’Europa”, rivolto agli studenti delle classi quinte, è promosso ed in parte finanziato dall’Assemblea Legislativa della Regione Emilia-Romagna e realizzato in collaborazione con l’Istituto Storico provinciale.

Le finalità principali del progetto sono le seguenti:

  • rafforzare nelle giovani generazioni il senso di appartenenza all’Europa,
  • educare ai valori della cittadinanza europea,
  • promuovere la conoscenza del processo di integrazione europea, del funzionamento delle Istituzioni europee e delle opportunità di studio e lavoro in Europa,
  • affermare i valori di libertà, uguaglianza, democrazia, pace, solidarietà.

Momento culminante del progetto è il viaggio di istruzione in Alsazia, con visita al Parlamento Europeo di Strasburgo, al Memoriale Alsazia-Mosella, al campo di concentramento di Natzweiler e al Museo della Linea Maginot di Schoenenbourg. L’itinerario sui luoghi della memoria consente agli studenti di ripercorrere la storia della regione dagli anni della seconda guerra mondiale agli anni della riconciliazione e dell’integrazione europea, di percepire quindi con forza l’evoluzione verso la pace, la libertà, la collaborazione tra i popoli.

 

 

PERCORSO DI CONOSCENZA RELATIVO A “LIBERA” E ALLA LOTTA CONTRO LE MAFIE IN EMILIA-ROMAGNA E IN ITALIA

 

Questo progetto propone una educazione alla cittadinanza consapevole. Tra gli obiettivi:

1) Conoscere il fenomeno delle mafie e della loro diffusione sul territorio italiano, anche a livello locale, dal punto di vista storico.

2) Conoscere la Legge Pio La Torre  relativa alla conquista e al riutilizzo a fini sociali dei beni confiscati alle mafie

3) Conoscere l’associazione “Libera” e il suo operato relativamente alla gestione dei beni confiscati;i prodotti di Libera Terra.

Destinatari: alunni di tre classi quinte.

 

GIOVANI CUSTODI DELLA MEMORIA

 

il progetto è promosso ed in parte finanziato dall’Assemblea Legislativa della Regione Emilia-Romagna e realizzato in collaborazione con l’Istituto della Resistenza e dell’età contemporanea della provincia di Forlì-Cesena e alcuni esperti esterni alla scuola.

Le finalità principali del progetto sono le seguenti:

  • Affermare i valori universali di libertà, uguaglianza, democrazia, pace
  • Trasmettere alle giovani generazioni la memoria dei drammatici eventi legati alla storia del Novecento
  • Contrastare ogni forma di pregiudizio, razzismo, xenofobia e violenza.

I destinatari del progetto sono gli alunni delle classi quinte (5D, 5F, 5G). Settembre/novembre 2018 lezione d’aula: verrà raccontata in primo luogo la Shoah, accanto ad altre storie di genocidi e conflitti etnici che hanno caratterizzato il Novecento. Verranno approfondite le tematiche correlate: l’intolleranza e il razzismo, i totalitarismi, la propaganda e la manipolazione delle coscienze.

Gennaio 2019: visione di un film in tema.

Novembre 2018: visita guidata alle architetture fasciste della città di Forlì dalla Stazione Ferroviaria a Piazza Saffi, condotta da formatori dell’Istituto Storico.

Dicembre 2018: laboratorio didattico “Arte e Propaganda nella Germania Nazista” tenuto dalla Dott.ssa Tania Flamigni, ricercatrice dell’Istituto Storico (aula magna dell’Istituto).

Ottobre 2018 – maggio 2019: lettura del libro “Le assaggiatrici” di Rosella Postorino.

12/11/2018 – 17/11/2018: Viaggio d’istruzione a Vienna, Cracovia (con visita al campo di concentramento di Auschwitz – Birkenau), Bratislava.

Novembre – dicembre 2018: riflessioni sull’esperienza del viaggio, raccolta di materiale (selezione di immagini e documenti / testimonianze coeve agli eventi storici affrontati e fotografie realizzate nei luoghi della memoria), preparazione del lavoro conclusivo.

 

CITTADINANZA E COSTITUZIONE

Approfondimento per le classi quinte della materia “Diritto ed economia” in vista del nuovo Esame di Stato 2019.

PROGETTO DONACIBO

Il progetto ha come obiettivo quello di sensibilizzare gli alunni sul diritto dell’uomo all’alimentazione e a condizioni dignitose di vita, quindi educare ad un gesto concreto di solidarietà. Promuovere cioè un percorso di educazione alla cultura del dono.

 

OBIETTIVO ATTIVITA’ E PROGETTI
COMUNICAZIONE DIGITALE E CYBER BULLISMO   INCONTRIAMO LE ISTITUZIONI

Progetto che prevede incontri di informazione e prevenzione sui fenomeni di cyberbullismo e su un uso consapevole dei social e della rete. Attraverso un incontro con gli agenti della polizia Anticrimine e polizia Postale si vogliono approfondire le tematiche relative all’uso delle nuove tecnologie digitali e delle normative vigore sul cyberbullismo, per prevenire eventuali rischi e disagi dei nostri alunni; aumentare la consapevolezza e la responsabilità di un uso corretto del cellulare, delle immagini e dei social, facendo riflettere gli alunni sulla differenza fra la realtà e la realtà virtuale.

 

OBIETTIVO ATTIVITA’ E PROGETTI
EDUCAZIONE ALLA SALUTE

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Gli insegnamenti di scienze degli alimenti e scienze motorie e sportive concorrono a favorire l’acquisizione di comportamenti ispirati a uno stile di vita sano.

 

Vengono inoltre organizzati incontri con medici del servizio sanitario nazionale e con operatori del SERT, dai quali gli studenti ricevono indicazioni per un corretto stile di vita e per la prevenzione delle dipendenze.

Inoltre, la scuola offre alle classi terze, la possibilità di conseguire una certificazione chiamata “attestato alimentarista”, di secondo livello, che li rende idonei alla manipolazione e lavorazione di alimenti nel rispetto delle normative sanitarie previste in materia di igiene.

 

Consultorio giovani

Il progetto si prefigge di seguire i seguenti obiettivi:

-avviare un dialogo con gli adolescenti sui temi dell’affettività e della sessualità per favorire un atteggiamento responsabile e comportamenti preventivi rispetto alle malattie sessualmente trasmesse, alla possibilità di gravidanza e alla violenza di genere;

-far conoscere il Consultorio Giovani di Forlì e i Centri di Ascolto del proprio Distretto;

-offrire uno spazio in cui i giovani possano riflettere ed avere risposte alle loro domande, nonché favorire l’utilizzo dei servizi nei casi di difficoltà e di disagio personale o di genere.

Il progetto è indirizzato a tutte le classi prime.

 

AVIS: DONARE A SE STESSI E AGLI ALTRI

 

Il progetto mira ad aumentare la consapevolezza che la propria e l’altrui salute è un bene da tutelare. Tende ad aumentare e diffondere la cultura alla donazione del sangue, conoscerne gli aspetti medici, legali, etici. Il progetto è indirizzato agli alunni delle classi quinte.

 

CONTRO LE DIPENDENZE

Questo progetto prevede un’uscita didattica per le classi seconde alla Comunità di San Patrignano, la lettura e la proiezione di testimonianze e video realizzati da alcuni genitori sul rapporto genitori-figli adolescenti. Come obiettivo si pone di stimolare gli alunni al dialogo sia con i coetanei sia con gli adulti, genitori e docenti, a coinvolgersi in attività di crescita personale e di sottrarsi da uno stato di solitudine e di astrazione che può portare a comportamenti sociali alterati e/o all’uso e alla dipendenza di sostanze a rischio per la salute propria e quella altrui.

CAMPIONATI SPORTIVI STUDENTESCHI

L’obiettivo è quello di organizzare gruppi sportivi per  poter partecipare ai campionati sportivi studenteschi, sia nella fase di istituto che, dove possibile, in quelle provinciali e regionali. Come obiettivo quello di preparare adeguatamente gli alunni che parteciperanno, sia dal punto di vista motorio e sportivo, sia tecnico nelle varie discipline. Impostare strategie tattiche di azione e di gioco negli sport di squadra; incoraggiare gli alunni che non frequentano squadre o attività già autonomamente, ad una corretta pratica sportiva.

 

EDUCAZIONE ALLA DIVERSITA’

Questo progetto si svilupperà in forma di laboratorio per due appuntamenti consecutivi nell’ambito del programma di scienze motorie per le quinte. Come obiettivo la capacità di riconoscere le proprie caratteristiche psicofisiche e valorizzarle, imparare ad ascoltare gli altri per interagire correttamente, ragionare sui concetti di corretta affettività e sessualità

 

PARCOGYM

Progetto che prevede di dedicare alcune lezioni di educazione fisica presso il Parco urbano Luciano Lama di Forlimpopoli. Gli obiettivi sono quelli di allenare la capacità aerobica, sollecitare positivamente il sistema cardiocircolatorio, preparare alla corsa veloce e di resistenza ed al lancio del vortex nell’ambito sportivo dell’atletica leggera; allenare alla pratica sportiva in preparazione ai campionati studenteschi di corsa campestre ed orienteering; aumentare la motivazione al movimento e contrastare la sedentarietà.

 

BIMBINFORMA

Progetto che ha come obiettivo conoscere piatti di cucina semplice e sana sia dal punto di vista nutrizionale che dal punto di vista di prevenzione delle malattie degenerative, cardiovascolari e tumorali. Riscoprire la stagionalità degli alimenti, imparare a risparmiare sulla spesa sia in termini economici sia in termini di consumo di energia.

Saranno effettuate due lezioni dimostrative da tre ore nella sede centrale dell’Istituto tenute dal professor Merli.

 

ALIMENTAZIONE E RECIDIVE DI TUMORE AL SENO

Progetto che ha come obiettivo conoscere piatti di cucina semplice e sana sia dal punto di vista nutrizionale che dal punto di vista di prevenzione delle malattie degenerative, cardiovascolari e tumorali. Riscoprire la stagionalità degli alimenti, imparare a risparmiare sulla spesa sia in termini economici sia in termi ni di consumo di energia.

Sarà effettuata una lezione dimostrative da tre ore nella cucina Monoblocco della sede centrale dell’Istituto tenute dal professor Merli.

 

SCUOLA IN GIOCO

Il progetto coinvolgerà esperti esterni con esperienza sia di gioco sia di didattica, al fine di trasmettere il rispetto per le regole, sviluppare la capacità di socializzazione, imparare dai propri errori, sviluppare l’autostima, aumentare la tolleranza di fronte alla frustrazione e agli imprevisti.

 

 

MANGIA CON GUSTO, GUSTA IN SALUTE

Il progetto propone un approfondimento di Educazione al gusto finalizzato alla prevenzione dei tumori e delle malattie croniche legati allo stile di vita e alla promozione di scelte più salutari e consapevoli all’alimentazione dei giovani. Il programma prevede la collaborazione dei laboratori didattici di cucina e di bar per la parte esperenziale, e di almeno due docenti per ogni classe coinvolta (alunni del secondo anno e alcuni gruppi del terzo e quarto anno). l’intervento promuove e rinforza i significati affettivo, relazionale, biologico/nutritivo dell’alimentazione e del consumo/abuso di sostanze che possono dare dipendenza o che possono compromettere lo stato di salute. Il progetto è coordinato dall’AUSL.

 

PROGETTO ANDROLOGICO

il progetto si propone di aumentare le conoscenze degli adolescenti relative ai servizi che si occupano di tutela della salute psicologica e sessuale dei giovani.

 

BEACH VOLLEY

Il progetto si propone di incoraggiare la pratica sportiva attraverso la conoscenza di tale sport.

TENNIS

Il progetto si propone di incoraggiare la pratica sportiva di tale sport.

 

POTENZIAMENTO DELLE COMPETENZE LINGUISTICHE

 

 

Vengono attivati progetti ed iniziative volti a consolidare le competenze di lettura e scrittura e a favorire l’interesse nei confronti del testo letterario e del mondo dell’informazione (incontri con gli autori, laboratori di scrittura, lettura del quotidiano in classe)

CERTIFICAZIONI EUROPEE

▪ Lingua inglese:

– PET (Preliminary English Test)
– FCE (First Certificate in English)

Durante l’anno scolastico e in orario pomeridiano, gli studenti interessati seguono corsi in preparazione agli esami di certificazione internazionale di lingua inglese PET- Preliminary English Test e FCE – First Certificate in English- collocati rispettivamente al livello B1 e B2 del Quadro Comune di Riferimento Europeo per le Lingue. I corsi prevedono un ambiente-classe fortemente motivato, motivante e coinvolgente con lezioni altamente focalizzate che coprano tutte le sezioni e sottosezioni degli esami PET e FCE, includendo prove pratiche, esercitazioni, simulazioni e specifiche strategie per superare l’esame e ottenere buoni risultati. Al termine dei corsi, gli studenti idonei sosterranno l’esame di certificazione. La soglia di competenza linguistica conseguita, rilasciata da Cambridge Esol, Dipartimento della Cambridge University, è titolo di credito riconosciuto in ambito professionale e accademico presso le università italiane e internazionali, a conferma che l’apprendimento della lingua inglese è sempre più strumento essenziale per una formazione globale e interculturale aperta alle sfide di ogni percorso.

SOGGIORNO LINGUISTICO – CULTURALE

IN INGHILTERRA

ESPERIENZA SCUOLA  LAVORO IN EUROPA

 

Soggiorno linguistico-culturale e breve esperienza lavorativa in Inghilterra, a Colchester, della durata di tre settimane da effettuarsi nel mese di settembre.

Il progetto, rivolto agli studenti delle classi quinte di tutte le articolazioni d’indirizzo, intende seguire due linee operative strettamente interconnesse e sequenziali per il raggiungimento di una specifica competenza linguistica e professionale favorendo l’intercultura europea:

 

  • la partecipazione di un gruppo di alunni a un soggiorno/studio presso la scuola CESC (Colchester English Study Centre)
  • l’inserimento degli stessi alunni in aziende del settore enogastronomico e dell’ospitalità alberghiera per esperienze di stage professionalizzanti in loco.

 

Il progetto scaturisce:

  • dalla forte richiesta di competenze plurilinguistiche, tecniche, relazionali, di flessibilità e adattamento alle innovazioni della realtà produttiva da parte del mondo del lavoro
  • dalla constatazione che esperienze dirette potenziano e consolidano competenze professionali e contribuiscono a formare la persona e il cittadino di domani, consapevole di vivere in un contesto in cui si confrontano ed integrano culture diverse.

 

Le finalità pertanto risultano essere:

  • Suscitare interesse allo studio della lingua inglese Favorire il consolidamento di competenze comunicative, relazionali e professionali
  • Accettare le differenze in un’ottica interculturale
  • Rafforzare il legame fra i cittadini della UE
  • Ampliare le possibilità occupazionali.

 

PROGETTI ERASMUS +

1) AltERnativo-Uniser

progetto che offre la possibilità di partecipare a percorsi di Alternanza Scuola Lavoro da svolgersi in un altro paese dell’Unione Europea. Coinvolte le classi quarte.

2) LEO qual-TC&digital

il progetto LEO intende migliorare la qualità dell’istruzione e della formazione professionale offrendo l’opportunità di acquisire competenze professionali adeguate alle richieste del mercato del lavoro nel settore turistico-ricettivo e della ristorazione. Prevede un periodo di tirocinio all’estero di un mese per le classi quarte, 4 mesi per giovani neodiplomati (da non più di 12 mesi) che abbiano effettuato un percorso di studi nell’ambito turistico-ricettivo e della ristorazione. I paesi di destinazione sono. Spagna, Francia, Portogallo, regno Unito, malta e Germania. Il programma prevede un’esperienza di tirocinio in aziende specializzate nei settori di riferimento.

3) Made in Europe+

Il progetto vuole essere un ponte tra il mondo del lavoro e quello della scuola, passando per un’esperienza formativa in un paese straniero. Durata di tre mesi per giovani neodiplomati del 2018 e 2019; 13 posti 8a giugno esito della selezione) e 3 posti per alunni con svantaggio no disabilità per 2 settimane 8con la presenza di un accompagnatore). Le destinazioni sono: Francia, Spagna, Portogallo, Ungheria, Lituania, Malta, Regno Unito, Finlandia, Polonia, Austria, Slovenia.

4) ReHeat

Tecniche di ristorazione ed hotellerie sostenibili acquisite tramite mobilità europea. Periodo di 3 settimane per alunni di 4^ (2018/2019/2020) indicativamente tra maggio e giugno.

  

OBIETTIVO ATTIVITA’ E PROGETTI
CONOSCENZA E VALORIZZAZIONE DELLE MOLTEPLICI ESPRESSIONI DELLA CULTURA E DELL’ARTE

La programmazione disciplinare viene costantemente integrata da visite guidate a mostre e musei e dalla visione di spettacoli teatrali e cinematografici.

 

SCRITTORI NELLA SCUOLA

Questo progetto prevede la possibilità di invitare lo scrittore presso la scuola per incontrare le classi che scelgono di adottarne un romanzo come libro di lettura. Preparare l’incontro attraverso la lettura del libro prescelto, ovvero usare il testo come pretesto di lettura da parte degli insegnanti di lettere, e alla presenza dello scrittore stesso, permetterà agli studenti di confrontarsi apertamente con la scrittura, con le storie, con la Storia e soprattutto con lo scrittore in quanto persona viva e presente nell’incontro interpersonale.

 

IL RINASCIMENTO  ITALIANO

Potenziare le conoscenze storico-artistiche del periodo dal fine Ottocento ai primi del Novecento. Elaborare un itinerario relativo al periodo trattato. Destinatari gli alunni della classe 5^B di accoglienza turistica. Si prevedono lezioni frontali con docenti di storia dell’arte con utilizzo di audiovisivi e lezioni in laboratorio di informatica. Al termine del percorso si propone di effettuare una visita guidata di una mostra o di un monumento da definire.

 

IMPRESSIONISMO ED ESPRESSIONISMO

Potenziare le conoscenze storico-artistiche del periodo fine ottocento e inizio novecento. Elaborare un itinerario relativo al periodo trattato. Destinatari  gli alunni della classe 5^B accoglienza turistica. Si prevedono lezioni frontali con docente di storia dell’arte  con utilizzo di audiovisivi e lezioni in laboratorio di informatica. Al termine del percorso si propone di effettuare una visita guidata di una mostra o di un monumento.

A SCUOLA DI TEATRO

Le classi che aderiranno al progetto assisteranno alla visione di uno spettacolo a scelta tra due proposti dalla Compagnia Teatro Tilt e parteciperanno a un laboratorio con gli attori. Verrà inoltre formato un gruppo interclasse di studenti interessati i quali, guidati dal Prof. Silvano Bedei, metteranno in scena al Teatro Verdi di Forlimpopoli “ Le troiane” di Euripide. Fra gli obiettivi quello di utilizzare il teatro come strumento educativo all’interno della scuola, attraverso la partecipazione attiva degli studenti.

 

IL NEOCLASSICISMO E IL ROMANTICISMO

Si propone di potenziare le conoscenze storiche del periodo dal fine settecento a metà dell’ottocento, individuare i tratti caratteristici dell’arte neoclassica. Elaborare un itinerario relativo al periodo trattato. Destinatari gli alunni della classe 4^B di accoglienza turistica. Al termine sarà effettuata un’uscita didattica per la visita di una mostra e/o monumento da definire.

 

OBIETTIVO ATTIVITA’ E PROGETTI
POTENZIAMENTO DELLE COMPETENZE LOGICO-MATEMATICHE E SCIENTIFICHE  

OLIMPIADI DELLA MATEMATICA

Gli studenti con spiccate attitudini partecipano novembre ai “Giochi di Archimede”, prima fase delle Olimpiadi di Matematica, organizzata Matematica Italiana, in collaborazione con la Scuola

Normale Superiore di Pisa. I ragazzi che otterranno il punteggio più alto saranno invitati a cimentarsi nella “Gara Provinciale di selezione” che si terrà in febbraio. I migliori della provincia parteciperanno alle Olimpiadi Nazionali della Matematica.

 

L’evento costituisce un’occasione per far emergere e valorizzare le eccellenze esistenti nella scuola, in particolare se si considera che le discipline scientifiche hanno un valore strategico per la formazione culturale e professionale dei giovani. Attualmente, più di 1500 Istituti aderiscono ogni anno al Progetto Olimpiadi della Matematica, per un totale di circa 350000 ragazzi iscritti alla prima fase della gara.

 

OLIMPIADI DELLA CULTURA 2018

Gli studenti interessati dovranno formare gruppi di 6 persone (anche di classi diverse) con cui parteciperanno alla prima fase che si terrà in istituto. La prova sarà di squadra, quindi tutti i 6 componenti svolgeranno insieme un unico test contenente domande di cultura generale, attualità, logica, informatica, cultura musicale e cultura sportiva. La squadra (o le squadre) che avranno superato la fase eliminatoria si recheranno a Torino per le disputare le semifinali.

 

OBIETTIVO ATTIVITA’ E PROGETTI
SVILUPPO DELLE COMPETENZE PROFESSIONALI MANIFESTAZIONI

Per l’istituto è ormai tradizione ospitare cene di gala per enti benefici, organizzare serate a tema, partecipare a manifestazioni gastronomiche nell’ambito del territorio, in particolare quelle promosse dal Comune di Forlimpopoli, da Casa Artusi e dall’Accademia Artusiana.

Per gli studenti delle classi terze, quarte e quinte vengono attivati in orario extrascolastico corsi di cucina e sala bar per l’approfondimento di tecniche specifiche.

Per il serale viene proposta la presentazione di un libro che analizza le bellezza della Romagna nelle quattro stagioni inserendo ricette di prodotti tipici.

 

HACCP- BAR E RISTORANTI

Lo scopo del progetto è rendere maggiormente consapevoli gli studenti delle classi 5° IPSSEOA di Enogastronomia dell’importanza della conoscenza pratica ed applicativa di tutte le procedure igieniche standardizzate riconosciute dalla CEE come competenza necessaria per il mondo della ristorazione. Inoltre hanno la possibilità di dialogare e interagire con gli operatori del settore, chef e maitre.

 

 

OBIETTIVO ATTIVITA’ E PROGETTI
VALORIZZAZIONE DEL MERITO CONCORSI

Gli alunni più meritevoli partecipano ogni anno a concorsi a livello locale, nazionale ed europeo durante i quali hanno modo di confrontarsi con realtà diverse e di ampliare la loro formazione umana e professionale. Preparati dai loro insegnanti di lingue straniere e  tecnico-pratici , si sono sempre classificati ai primi posti, distinguendosi per serietà, impegno e competenza.

THE GREATEST COFFEE MAKER

Il concorso, riservato a 24 scuole provenienti da tutto il territorio Nazionale, è promosso in collaborazione con GP studios e si svolgerà presso il Grand Hotel di Forlì con il Patrocinio di R.E.N.A.I.A. Hanno dato la propria collaborazione Aziende sponsor (Lavazza,Cast Alimenti, Rancilio, Cantine del territorio, Centrale del latte di Cesena,…) e anche della comunicazione,come tv, stampa locale e riviste internazionali. In fase iniziale si trrà un corso di formazione da un trainer Lavazza coadiuvato dal referente del progetto ai docenti e agli allievi. nello specifico verranno trattati i nuovi metodi di caffè sistema filter coffee, con dimostrazioni pratiche. Obiettivo è quello di migliorare la formazione degli allievi, ampliare e approfondire contenuti e conoscenze.

 

OBIETTIVO ATTIVITA’ E PROGETTI
CONTRASTO DELLA

DISPERSIONE

SCOLASTICA, DELLO

SVANTAGGIO SOCIO-

CULTURALE, DI OGNI

FORMA DI

DISCRIMINAZIONE E

DEL BULLISMO

 

La metodologia didattica condivisa dai docenti prevede una costante attenzione ai diversi bisogni formativi e stili cognitivi degli studenti. Per realizzare interventi individualizzati si prevedono, quando possibile, lezioni in codocenza per fasce di livello, collaborazione costante con i docenti di sostegno alla classe, consegne personalizzate.

Possono essere organizzati incontri di formazione ed informazione con esperti esterni.

 

“SPORTELLO DI ASCOLTO”

A) L’istituto offre la possibilità di usufruire del Servizio dello “Sportello di Ascolto”. Si configura come uno spazio che accoglie e supporta gli studenti affinché affrontino con maggiore serenità il percorso scolastico nonché le problematiche tipiche dell’adolescenza.

La definizione di “Sportello di Ascolto” rende implicita la connotazione del tipo di servizio offerto a scuola: un ascolto finalizzato alla relazione di aiuto, rispetto a situazioni di disagio scolastico e di disagio giovanile. Si sottolinea la valenza non terapeutica del Servizio e la distinzione tra processi di aiuto e processi di cura.

Ciò che la scuola può offrire come sostegno e rinforzo ai ragazzi è, appunto, uno spazio di ascolto e di consulenza che favorisca lo star bene a scuola, la scolarizzazione e l’apprendimento.

Vogliamo offrire all’adolescente la possibilità di percepirsi soggetto attivo nella costruzione di significati per progredire nella propria crescita, attraverso la sperimentazione di un’esperienza condivisa all’interno di una relazione collaborativa, ovvero integrare la propria esperienza emotiva ed entrare in contatto con i propri conflitti, aspettative, gioie e successi.

Lo sportello è dunque finalizzato a raccogliere, analizzare, e, ove possibile, risolvere eventuali situazioni di malessere e di disagio che possano richiedere una rimotivazione allo studio e un’azione di supporto. Lo sportello si concretizzerà attraverso l’intervento di due insegnanti dell’Istituto stesso, nel particolare Prof.ssa Benelli per l’alberghiero e Prof.ssa Torrisi per il Liceo.

B) L’ausl di Forli mette a disposizione dell’Istituto l’intervento di una specialista psicoterapeuta Dottoressa Calceglia, con l’obiettivo di offrire un supporto utile per raccogliere e ascoltare la persona, sostenere studenti, docenti e genitori nel fronteggiare situazioni di difficoltà emotiva o relazionale, per chiarire il significato dei propri dubbi o del proprio malessere. Si sottolinea la valenza non terapeutica del Servizio e la distinzione tra processi di aiuto e processi di cura. Il fine ultimo è la prevenzione del disagio e la promozione del benessere.

 

“ACCOGLIENZA ALUNNI STRANIERI”

La scuola organizza tre moduli di lavoro per integrare gli alunni stranieri o gli alunni che in ambito familiare non utilizzano l’italiano al fine di consentire loro di comprendere, utilizzare la lingua italiana (L2).

Modulo 1: corso livello A1

Modulo 2: corso livello A2 (avvio allo studio di testi semplificati).

Modulo 3: corso di livello A2/B1 (consolidamento lessico specifico delle discipline professionalizzanti).

METODO DI STUDIO CLASSI PRIME

Il progetto prevede 5 incontri della durata di un’ora indicativamente a cadenza bisettimanale con tutte le classi prime in compresenza con l’insegnante in orario. Durante le lezioni gli alunni saranno coinvolti attivamente nella strutturazione del metodo a partire dai testi in dotazione con il coinvolgimento partecipato anche degli insegnanti. E’ previsto un primo incontro di conoscenza per sensibilizzare gli alunni all’inclusione e alla diversità. l’obiettivo è quello di far acquisire un metodo di studio (PQ4R) basato sulla creazione e sull’utilizzo delle mappe mentali, concettuali e a sintassi, personalizzando il percorso per gli studenti con diagnosi di DSA o individuati come BES.

 

PROGETTO ALUNNI DSA CLASSI QUINTE

Il progetto prevede un’ora di sportello settimanale, su appuntamento, per il supporto individuale degli alunni. l’obiettivo è quello di guidare gli alunni con diagnosi DSA frequentanti le classi quinte alla creazione di strumenti compensativi adeguati ad affrontare l’esame conclusivo anche a seguito della nuova riforma.

 

ATTIVITÀ DI SUPPORTO IN CLASSE CON DINAMICHE CONFLITTUALI

Obiettivo del progetto:  far riconoscere agli alunni le dinamiche conflittuali presenti in classe. Offrire possibili strumenti di ascolto e confronto.

 

SUPPORTO ALLE ATTIVITA’ FORMATIVE CON IL SERVIZIO CIVILE

L’Istituto è destinatario di un volontario del servizio civile assegnato dal comune di Forlimpopoli per il supporto ad attività formative scolastiche. Obiettivo dell’intervento del volontario: supporto al progetto di alfabetizzazione Italiano L2 rivolto ad alunni stranieri; supporto mirato agli alunni stranieri sia in classe sia attraverso la semplificazione del materiale scolastico; traduzione di modulistica dall’Italiano al Cinese; affiancamento ai docenti curricolari in classe per lo svolgimento di attività formative concertate insieme.

 

OBIETTIVO ATTIVITA’ E PROGETTI
INCLUSIONE

Progetti indirizzati agli alunni diversamente abili presenti in Istituto

 

FACCIO IO LA SPESA

Progetto che ha come obiettivo il miglioramento della gestione del denaro, l’acquisizione di un discreto orientamento all’interno della città, comprensione del collegamento tra l’oggetto da acquistare e l’utilizzo successivo.

 

FARE TESORO

E’ un progetto che utilizza materiale di riciclo per preparare delle decorazioni per la sala, in particolari ricorrenze/cene d’istituto. Verrà attivato in collaborazione con l’insegnante di accoglienza turistica e coinvolgerà gli alunni diversamente abili che seguono una certificazione differenziata, con il coinvolgimento anche di gruppi di alunni della classe dove sono inseriti.

 

DALL’ORTO ALLA CUCINA

Il progetto, rivolti ad alunni con disabilità e programmazione differenziata, si propone di far coltivare degli ortaggi di stagione nella piccola fascia incolta presente in Istituto, al fine di utilizzarli in cucina durante le ore di laboratorio di cucina.

 

COLTIVIAMO PIANTE AROMATICHE: PROFUMI, AROMI, SAPORI

Progetto rivolto ad alunni diversamente abili con programmazione differenziata al fine di seminare e realizzare delle talee di piante aromatiche che saranno poi utilizzate nel laboratorio di cucina.

 

SONO UN ARTISTA AL BANCO

Il progetto è rivolto agli allievi delle classi 2/3/4 con disabilità ed è mirato all’approfondimento delle abilità manuali pratiche nelle varie tecniche di caffetteria latte-art, preparazione bevande, con il fine di acquisire competenze nel settore nella caffetteria, e quello di acquisire sicurezza e padronanza delle proprie capacità creative, aumentando autostima.

ALL INCLUSIVE SCHOOL

L’istituto partecipa in qualità di stakeholder al progetto europeo All Inclusive School promosso da IRECOOP Emilia Romagna. L’obiettivo è offrire una risposta ai fabbisogni del personale scolastico che lavora in classi dove sono presenti alunni con bisogni educativi speciali tra cui alunni con disabilità cognitiva lieve, al fine di creare e diffondere strumenti che ne arricchiscono la professionalità, ne rafforzino le capacità di inclusione e la gestione di attività didattiche inclusive.

 

 

INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA

La scuola è luogo di formazione, educazione, acquisizione delle conoscenze e sviluppo della coscienza critica. Essa è fondata sul dialogo, sulla democrazia e sul rispetto. E’ scuola di libertà, perché poggia sulla libertà di espressione, pensiero, coscienza e religione.

È in questa visione della scuola che si inserisce l’Insegnamento della Religione Cattolica. Esso è assicurato dallo Stato a tutti gli studenti perché si riconosce il valore essenziale della conoscenza del fatto religioso, in modo che i giovani possano comprendere la cultura e la storia del Paese e del mondo in cui vivono.

L’ora di religione non chiede motivazioni religiose a chi intende avvalersene, e non offre contenuti o metodi catechistici, ma si pone come un’opportunità di lettura, comprensione e giudizio sulla realtà attraverso la conoscenza della storia e dei principi della religione e del cattolicesimo in particolare. E’ un’ora costruita sul dialogo, attenta all’esperienza di vita degli studenti, preoccupata di favorire la creazione di un clima di accettazione e solidarietà tra gli studenti di ogni classe, soprattutto laddove esistono realtà diverse per cultura, etnia e religione. E’ un’ora offerta a tutti gli studenti e per essere un’occasione di vera crescita occorre il loro contributo: la loro curiosità e la disponibilità a mettersi in relazione con gli altri.

ORIENTAMENTO

L’orientamento è attività finalizzata a rendere lo studente responsabile e attivamente partecipe delle propria scelta riguardo l’indirizzo di studi.

Così come definito dalla legge 53/2003, l’orientamento tende a prevenire i fenomeni di dispersione scolastica e nel contempo a favorire la realizzazione del diritto-dovere di istruzione e formazione per ciascuno.

Consapevole dell’importanza di questa attività, l’Istituto ha fatto dell’orientamento in entrata e in uscita uno degli elementi portanti fra i servizi che la scuola offre agli studenti, al fine di rendere sempre più concreto il loro successo personale e professionale.

progettazione

Finalità dell’orientamento in entrata

  • Potenziare la conoscenza degli studenti circa l’offerta formativa della scuola, anche in relazione ai settori del lavoro e delle professioni.
  • Individuare interessi ed attitudini specifiche che consentano ai ragazzi scelte consapevoli nell’ambito dell’istruzione superiore.
  • Contrastare la dispersione scolastica e l’emarginazione giovanile.

Attività

Open day

Vengono proposti tre pomeriggi di apertura durante i quali l’Istituto accoglie studenti e genitori. Sono presenti il Dirigente Scolastico, l’insegnante referente, i docenti tecnico pratici e studenti frequentanti gli ultimi anni.

Partecipazione a laboratori pomeridiani

Nei mesi di dicembre e gennaio è possibile prenotare una lezione di esercitazione pratica, di sala o di cucina, della durata di due ore un giorno alla settimana (di lunedì dalle 15.30 alle 17.30); la lezione sarà a numero chiuso e tenuta dai docenti di riferimento, per i soli studenti (genitori esclusi). Per prenotare è necessario mettersi d’accordo con la scuola media di riferimento.

 

Partecipazione all’evento “Happy family”

L’evento organizzato alla fiera di Forlì, ha come finalità quella di orientare gli alunni nella scelta della scuola superiore.

 

Finalità dell’orientamento in uscita

  • Offrire agli studenti una più ampia prospettiva di scelta nel passaggio dalla dimensione scolastica a quella lavorativa
  • Presentare le diverse opzioni di formazione post diploma per indirizzare le competenze e abilità acquisite dagli studenti verso un percorso formativo o professionale mirato alle loro vocazioni

Attività

  • Divulgazione di materiale informativo
  • Visite presso aziende del territorio
  • Incontri con i rappresentanti delle Associazioni di settore
  • Incontri in collaborazione con Centri di orientamento per conoscere i diversi percorsi universitari
  • Partecipazione degli studenti alle giornate per l’orientamento organizzate dai Poli Universitari del territorio e/o visita alle sedi universitarie.